Torino, ma che stagione è questa?

Foto LaPresse - Fabio Ferrari 16/07/2017 Bormio, Sondrio ( Italia ) Spo, Calcio Ritiro Estivo Torino FC - Torino vs Casateserogoredo - gara amichevole.

E’ un Torino davvero brutto in questa stagione 2017 – 2018, un andamento che non riflette le belle speranze e le promesse di luglio.

Fino ad oggi il Team ha dimostrato un vero e proprio nulla cosmico a livello di progetto, e a questo punto sono tanti che si chiedono se una strategia iniziale è stata fatta davvero.

I granata tifosi allo stadio ci vanno sempre di meno, e questo perché tanto non c’è più granché di gusto.

L’ambiente non è quello giusto, la società si rimangia gli obiettivi di inizio stagione scaricando la colpa su altri, l’allenatore non ha le idee chiare dell’obiettivo finale da raggiungere, i giocatori sono molto spaesati e non riescono a dimostrare nulla.

Si può parlare di specifiche gare, come quella contro la Fiorentina (il Toro può davvero permettersi di non far giocare Ljiajc), ma soprattutto bisogna guardare all’andamento del progetto granata nel suo complesso.

Anche l’atteggiamento del presidente Cairo non aiuta: fa pessima comunicazione davanti ai tifosi che sono assolutamente stufi di tutto. E a nulla vale dire che questa del 2017 – 2018 è stata la rosa più forte degli ultimi 20/30/40 anni, perché lo si vede in campo. E non bisognerebbe dire bugie ai tifosi, perché non hanno certo la memoria corta.

L’estate che arriverà ci metterà, ancora una volta, di fronte a scelte non facili. La società dovrebbe fare un esame di coscienza per guardare a che punto la squadra si è ridotta, e non distrarre i tifosi dai reali problemi.

L’orgoglio granata merita di rivivere ancora una volta, e per farlo c’è bisogno di denaro, questo è vero, ma anche e soprattutto di passione e di voglia di fare bene, oltre che di conoscenze calcistiche.

Me lo immagino questo Torino di fronte al Grande Torino, quello che si vorrebbe emulare ma che, di grande, ha solo il ricordo nei libri di storia.