Davide Astori: ciao da tutto il Torino Calcio

Milan Badelj amico e compagno di squadra di Astori, lo ricorda con queste parole: “Sei il calcio puro dei bambini”, il messaggio che rilascia è carico di emozione e molto commovente: “Sei il figlio e il fratello che ognuno di noi vorrebbe avere, se potesse scegliere. I tuoi genitori non hanno sbagliato una virgola con te”.

La morte prematura del giocatore ha sconvolto gli animi del calcio non solo toscano, come è ovvio che sia, e in tanti hanno avuto parole di cordoglio sentite, la FIGC ha indetto un minuto di silenzio su tutti i campi di calcio e tale iniziativa ha visto coinvolte in onore del capitano della Fiorentina, recentemente scomparso tutte le partite di Serie A, B e C.

Il ricordo di Badelj è forse per molti il più commovente pur avendo questa morte improvvisa, toccato i cuori di tutto il mondo del calcio italiano, dire ad un compagno di squadra che il suo gioco era come quello dei bambini significa riconoscergli la passione della purezza che è tipica di quel gioco e di quelle età.

La morte del giocatore ha colpito tutti profondamente, e l’affetto di tutto il Paese si è stretto attorno alla famiglia, nella camera ardente che è stata allestita a Coverciano una marea di persone ha porto l’ultimo saluto al calciatore Davide Astori, difensore e capitano della Fiorentina, a portare l’ultimo saluto compagni di squadra, amici, parenti, tifosi e anche una delegazione del Torino, inoltre le iniziative in ricordo del giocatore non sono terminate con il ritiro, da parte di Cagliari e Fiorentina, della maglia numero 13.

Sul silenzio in campo il Commissario Straordinario della FIGC Roberto Fabbricini ha disposto un minuto di raccoglimento da osservare in occasione di tutte le gare di calcio in programma nel week end successivo alla morte del giocatore ed è valevole tale minuto nei campionati di Serie A, Serie B e Serie C in memoria del capitano della Fiorentina Davide Astori.

La notizia di questa morte prematura e improvvisa ha, come avviene in circostanzi similari, unito il mondo del calcio italiano che si è stretto in cordoglio alla famiglia del capitano Fiorentino, lui ha salutato il mondo dalla sua Firenze, e per chi resta l’amarezza di una morte giunta davvero troppo presto.